Classificazione: 1 su 5.

Leggere, scrivere, argomentare: Prove ragionate di scrittura

Foto reperita nel web

Titolo   Leggere, scrivere, argomentare: Prove ragionate di scrittura
  Autore/i    Luca Serianni
  Casa Editrice  Laterza
  Anno di pubblicazione    2015 pp. XXI-192
  Costo    7,49 € (Ebook)
  Recensione   Breve descrizione
Una lettura preziosa per ogni scrivente, una guida indispensabile per gli insegnanti di italiano. Quando un linguista di autorevolezza massima si prende la briga di dirci – anzi di illustrarci con esempi, commenti e veri e propri esercizi – quale sia lo standard di scrittura più adeguato, conviene starlo a sentire.

Stefano Bartezzaghi, “la Repubblica”: il tema dei nuovi linguaggi e delle nuove tecnologie in rapporto all’insegnamento è un tema cruciale. Il libro di Luca Serianni, un manuale antologico che propone esercizi per allenare la capacità di argomentare per iscritto nell’epoca della non-argomentazione da twitter, è uno dei libri più utili sull’argomento.

Paolo Di Stefano, “Corriere della Sera”: C’è una categoria di libri che a me piace definire ‘salva vita’. Nel senso che senza di essi miriadi di ragazzi intelligenti non sarebbero riusciti a trovare un orientamento, sedotti dalle sirene di false profondità letterarie o filosofiche. Luca Serianni è una guida sicura per evitare la dispersione e per capire l’importanza, prima di ogni possibile approccio creativo, di padroneggiare l’aspetto funzionale della scrittura. Un libro preziosissimo.


Giudizio personale (a cura di V. S.)
L’opera di Serianni è un testo scritto per agevolare chiunque voglia cimentarsi nella scrittura non narrativa, ma saggistica o manualistica.
Più che contenere regole, utilizza molti esempi e brani tratti da opere per mostrare i meccanismi della scrittura. Per me è stato utile per avere una visione più ampia a prescindere della filosofia: infatti ho apprezzato la scelta dei testi antologizzati, che corrispondono ad una precisa tipologia testuale, e il commento ad essi. Il commento è diviso in tre paragrafi: in testo ( in cui si specifica elementi di contesto, stile, sintassi ecc. ecc.), in applicazioni (in cui si suggeriscono esercizi) e grado di difficoltà. La bibliografia finale è davvero un tesoro inestimabile per gli addetti e non ai lavori. Lo consiglio vivamente e credo che se portate in classe questo testo sia di grande aiuto.


Voto: 10/10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: