Dalla crisi di governo al governo

Quando ero in vacanza ero profondamente in pena perché mi stavo perdendo quella che era stata il telefilm per me più avvincente mai vista fino ad ora, ovvero la Crisi di governo in onda su tutti i giornali e le tv nazionali e internazionali.

Seguivo la diretta Rai e il discorso del Premier Giuseppe Conte che dichiarava le sue dimissioni e pensavo ai poveri ragazzi che pur interessati non capivano nulla.

121424969-65eee51b-a048-422e-a8d6-967524ccc557.jpg

Andiamo per gradi: l’espressione crisi di Governo indica la situazione nella quale un Governo presenta le proprie dimissioni a causa della rottura del rapporto di fiducia con il Parlamento.

Si possono verificare crisi parlamentari e crisi extraparlamentari

Le crisi parlamentari nascono a seguito di una:
Votazione contraria sulla questione di fiducia
Votazione contraria sul voto di fiducia
Votazione favorevole ad una mozione di sfiducia.
Le crisi extraparlamentari, invece, si aprono in conseguenza di una crisi politica tra i partiti della coalizione di maggioranza, a causa della quale il Governo non può più far approvare i provvedimenti necessari alla propria azione e previsti dal suo programma.
Il Presidente della Repubblica può tentare di trasformare la crisi extraparlamentare in parlamentare, respingendo le dimissioni del Presidente del Consiglio ed invitandolo a presentarsi alle Camere per verificare se goda o meno della loro fiducia.

Di seguito brevi schemi che vi essere d’aiuto:

Slide1.JPG

Slide2

Slide3

Slide4

Slide5

Slide7

Slide8

Slide9

 

Spero di esservi stata d’aiuto, a presto

la Prof.

Annunci

2 Comments

  1. Quando avevo il blog sul compianto Splinder (quindi, eoni fa!), parlavo molto più di politica e m’infervoravo pure un sacco! Adesso – sarà la vecchiaia – ascolto e prendo nota di tutto con un certo cinismo, che però negli ultimi tempi si sta affievolendo. Dubitando che i cibi antiossidanti abbiano tutto questo potere, penso sia a causa del governo grillino-leghista e di tutte le manfrine che ci siamo sorbiti nell’ultimo anno e mezzo. Non tutti i mali vengono per nuocere, alla fine, no? ^^

    Mi piace

    1. Grazie per aver espresso e condiviso la tua opinione. I miei studenti sanno che non mi tiro indietro quando si tratta di esprimere le mie idee, ma preferisco non dichiarare loro il mio orientamento politico e religioso in modo da non influenzarli. Sono d’accordo con te sul fatto che non tutti i mali vengono per nuocere, ma mi auguro che ci sia maggiore attenzione per i docenti e per gli studenti di ogni grado: bisogna fare qualcosa di concreto. Staremo a vedere e nel frattempo preparo i pop corn.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...