La solitudine

Che cosa è la solitudine?

La solitudine può essere una tremenda condanna o una meravigliosa conquista

Bernardo Bertolucci

Qui si propone un percorso tematico sulla solitudine in vista dell’esame di maturità o forse un viaggio nella solitudine secondo il sapere?

 

Scarica qui il percorso completo con gli argomenti interdisciplinari:

tesina percorso completo

Come si studia?

“Ora devo studiare, ma prima scrivo un po’ all’amica dell’Alaska, chiamo su skype la badante di mio nonno, uccido quattro-cinque zanzare che mi girano intorno, mi vedo l’ultimo video su youtube”

“Ma sono stanca … lo farò quando potrò”

Questo esempio (ma ce ne sarebbero molti altri) è quanto accade quotidianamente agli adolescenti e non che hanno il compito “dovere” di studiare. Ma in realtà come si studia efficacemente senza perdere tempo e sopratutto senza annoiarsi?

images

Sfatiamo il mito che tutto ciò che impariamo sia piacevole (ricordo ancora la fatica che impiegavo per le espressioni di matematica ma non per i 30 righi di versione di latino e greco), ma bisogna pur sempre puntare a spostare la linea del proprio limite sempre un po’ più in là. Come fare?

  1. Leggere con la pre-lettura (che non significa leggere superficialmente): ancor prima di iniziare a studiare, cerca di familiarizzare con il libro di testo (o gli appunti): infatti a) leggi rapidamente l’indice del capitolo; b) sfoglia le pagine del capitolo cercando semplicemente di prendere dimestichezza con la struttura delle sezioni; c) leggi i titoli delle sezioni principali e il primo e l’ultimo paragrafo di ogni sezione (max 2-3 righe di testo).
  2. Porsi delle domande: a) quali sono i concetti chiave? b) cosa mi serve ricordare? c) come faccio a ricordarmelo?
  3. “Non hai veramente capito qualcosa fino a quando non sei in grado di spiegarlo a tua nonna.”A. Einstein. Se riuscite a spiegare con semplici proposizioni quanto avete capito forse avete quasi raggiunto l’obiettivo. Più “raccontate” con dettagli quanto avete letto e più possedete l’argomento; per questo ripetere ad alta voce più volte vi consentirà di esercitare la memoria e possedere l’argomento.

download

Non vi ho convinto?

quando-studiare

Impariamo ad imparare

Che cosa significa imparare? Chi impara?

La parola imparare è sempre stata presente nella nostra lingua e deriva dal verbo latino parare che significa apparecchiare, apprestare, procacciare, acquistare .  In realtà veniva usato già nella quotidianità come composto di  in- e parare il cui  significato è propriamente possedere, procurare. Nella nostra letteratura compare nei versi di Francesco Petrarca, (“Ben sa ‘l ver chi l’impara / com’ho fatt’io con mio grave dolore”) e di Dante (Purgatorio, VI, 3 «repetendo le volte, e tristo impara per la similitudine del giocatore della zara, che, avendo perduto, ripete le giocate, per trarne qualche ammaestramento»). Il valore più generale del verbo imparare è dunque quello di acquistare qualcosa, ovvero apprendere secondo un processo e uno sviluppo che qualunque tipo di conoscenza che riguarda un individuo specifico.

Negli anni della scuola ognuno di noi impara noiosamente le nozioni che costituiscono il suo bagaglio culturale e conoscitivo, ma purtroppo non viene educato alla vita e preparato ad assumere il proprio posto nella società con responsabilità.  Imparare nozioni,  date, fatti, nomi, può essere considerato un vero e proprio svilimento della propria intelligenza ma spero che le nuove generazioni sappiano che è necessario prepararsi seriamente e costruttivamente per un domani in cui, come diceva Eduardo De Filippo, ‘gli esami non finiscono mai’, anche e soprattutto fuori della scuola.

Imparare non deve essere gravoso, ma quanto più stimolante possibile: in base a questo presupposto la sfida più grande dell’insegnante è quella di creare sempre nuove strategie affinché il suo insegnamento sia quanto più vicino agli studenti di tutte le età e sempre attuale. D’altra parte anche ‘insegnando s’impara’ perché ‘nell’insegnare altrui, impara sempre qualcosa anche quegli che insegna’: non è un’affermazione della pedagogia più recente, ma addirittura la spiegazione di una fonte autorevole, quale il Vocabolario dell’Accademia della Crusca, la più illustre istituzione che da secoli si è posta l’obiettivo della salvaguardia della lingua italiana.

Come imparare divertendosi? Come insegnare senza tralasciare i bisogni e le curiosità degli studenti? Come trasmettere il sapere, un elemento fluido e composito?

Credo in un solo modo, con la passione. Uno studente non è stimolato da un professore che prova noia per quello che fa e insegna; uno studente non supera le proprie difficoltà se non c’è qualcuno che gliele mostra e crede che possa farcela; uno studente, che vive le turbolenze dell’adolescenza rendendolo incostante, non ha piacere di trascorrere il pomeriggio chino sui libri (non è la regola ma nella maggior parte dei casi gli studenti preferiscono uscire e vedere gli amici piuttosto che studiare). Allora che cosa è necessario fare? Non ho ancora la risposta a tutte queste domande ma la continua ricerca delle risposte mi spinge ad imparare continuamente senza sosta.

Vi auguro di imparare continuamente senza sosta, perché solo così avrete la possibilità di costruirvi come individui, come umani troppo umani.

La prof.

NonSiFinisceMaiImparare

 

 

Fine di un anno, inizio di uno nuovo

“Voglio fare la prof”

Ho sempre avuto questo sogno nel cassetto: fare l’insegnate. Non avevo ben chiaro di quale materia e mi piaceva mettere i peluche l’uno accanto all’altro e spiegare loro cosa io avessi imparato a scuola.

Crescendo ho studiato. Amavo studiare ma vivendo sempre fino in fondo la mia vita da adolescente. Leggevo molto e sognavo molto e le cose da adulta non sono molto cambiate.

Ho scelto di studiare filosofia e come se non bastasse ho continuato con un dottorato di ricerca che discuterò a breve. Insegno nel frattempo la mattina, il pomeriggio e la notte nei miei sogni.

Nel frattempo ho preso dimestichezza con i blog (infatti gestisco il blog Mi dicono che, di opinione ) e i mezzi informatici e ora, tempo di nuovi progetti e di nuove avventure, procedo con questa altra iniziativa.

Intendo caricare qui tutto ciò che riguarda il mio lavoro: appunti, lezioni, spiegazioni che a mia volta mi sono stati detti  affinché chi vorrà potrà arricchire le proprie conoscenze, condividerle, approfondirle, discuterle.

Voglio fare la prof e spero di riuscirci prima o poi.voglio fare la prof.